Stress da rientro: come affrontarlo

4 Agosto 2021 By admin 0

Stress da rientro: come affrontarlo

Tornare dalle vacanze e iniziare subito a lavorare e a tornare ai ritmi della vita frenetica che molti di noi seguono, può essere chiaramente molto difficile e portare al cosiddetto stress da rientro.

Si presenta generalmente con stanchezza, inquietudine, noia, debolezza, in alcuni casi insieme a difficoltà di concentrazione, sensazione di corpo appesantito e, nei casi più acuti, in concomitanza al sentirsi psicologicamente non adatti o sotto pressione a causa delle diverse attività da svolgere.

Il ritmo della vita e le nostre abitudini, durante le vacanze, è bene che rallentino al fine di allontanare lo stress e trovare il giusto relax, ma se conduciamo una vita frenetica il resto dell’anno è più probabile si presenti lo stress da rientro in quanto, sepsso complice l’insoddisfazione,  riadattarsi alla vita di tutti i giorni diventa arduo e può portare ripercussioni negative sull’umore.

Come affrontarlo

Di base si possono adottare alcune modifiche alla propria routine e grazie ad alcuni consigli quali:

  • Eseguire un po’ di attività motoria: fondamentale per combattere lo stress da rientro dato che aiuta a far diminuire irritabilità e cattivo umore.
  • Osservare una alimentazione sana, assumere molta acqua e diminuire il consumo di caffeina e di alcolici.
  • Conservarsi un weekend prima di tornare a lavoro, rientrando il venerdì, in modo da poter riacquisire il vecchio ritmo sonno-veglia.
  • Regalarsi dei momenti per sé, quali i trattamenti di bellezza o rilassanti, prima di riprendere la vita di tutti i giorni o nelle prime settimane dopo il rientro.

L’alimentazione sana

È necessario, come anticipato, prendere in considerazione anche l’alimentazione, assumendo gli alimenti che più esplicano effetti positivi sul nostro umore e prendono parte alle funzioni fisiologiche che aiutano a ridurre stress e stanchezza.

La frutta è essenziale: banane, ananas, agrumi e avocado sono utili per stimolare la produzione di serotonina, l’ormone della felicità: più ce n’è nel corpo, maggiore sarà il senso di appagamento e di soddisfazione.

Per ovviare alla stanchezza sono efficaci gli alimenti ricchi di magnesio e potassio come mandorle, noci, anacardi, arachidi, pistacchi e nocciole ma anche legumi come lenticchie e fagioli.

L’uva, meglio ancora se rossa, stimola la produzione di melatonina, l’ormone che regola il ciclo sonno-veglia: dà manforte nel riposarsi a modo e, quando si dorme bene, si ha più energia per svolgere le proprie attività, evitando di incorrere in insoddisfazione e irritabilità. Se vuoi approfondire l’argomento oppure porre qualche domanda, contattaci. Il nostro team di professionisti sarà felice di risponderti.