Scottature solari, come fare per evitarle

21 Giugno 2022 By Michele Di Donato 0

Scottature solari, come fare per evitarle

Le scottature o eritemi solari sono una conseguenza di un’eccessiva e prolungata esposizione ai raggi UV. Si tratta di una vera e propria infiammazione della cute che comporta un arrossamento della pelle, bolle, vescicole e papule cutanee altamente pruriginose, estrema sensibilità della pelle al tatto e secchezza cutanea.

A lungo andare, la scottatura solare può aumentare il rischio di macchie cutanee, cheratosi attinica, tumore della pelle e invecchiamento precoce, con rughe, perdita di tono ed elasticità della pelle.

Godere della bella stagione ed avere un’abbronzatura perfetta e duratura evitando le scottature solari si può, basta seguire qualche semplice consiglio.

Innanzitutto, è fondamentale applicare una protezione solare adeguata al proprio fototipo di pelle. Prima di acquistare un prodotto solare è bene considerare che il fattore di protezione, più comunemente detto SPF, sia superiore a 15.

Il fattore di protezione solare è un numero indicato sui prodotti solari. Maggiore è il numero indicato sulla confezione, maggiore sarà il grado di protezione dalle radiazioni solari. Le categorie standardizzate sono quattro: protezione bassa (da 6 a 10), media (15-25), alta (30-50), molto alta (50+).

L’applicazione del prodotto solare va rinnovata ogni 2-3 ore, in particolar modo quando si esce dall’acqua o ci si fa una doccia.

Inoltre, è molto importante esporsi al sole gradualmente, evitando le ore più calde, ossia dalle 11 alle 16 ed indossare abiti freschi e leggeri che permettono la traspirazione.

È molto utile fare docce frequenti, consentono infatti di mantenere una pelle idratata e seguire una dieta ricca di vitamina A, vitamina C, vitamina E. Queste vitamine sono contenute principalmente in frutta e verdura come meloni, albicocche e carote e aiutano a rigenerare la pelle stimolando la produzione di melanina.

L’alimentazione può essere una grande alleata nel contrastare le scottature solari, in particolare i cibi di colore rosso come pomodori e frutti di bosco, ricchi di bioflavonoidi e licopene, molto importanti perché contribuiscono ad aumentare l’elasticità dei capillari.

Anche l’assunzione di integratori solari favorisce la fotoprotezione. Gli integratori si trovano in commercio sottoforma di pillole, compresse, gocce o bustine ricche di sostanze nutritive antiossidanti come le vitamine E, C, A, i minerali e i bioflavonoidi.

Gli integratori solari devono essere considerati come supporto e non sostituti di una dieta sana ed equilibrata. Inoltre, andrebbero assunti almeno un mese prima rispetto alla prima esposizione, così da preparare tempestivamente la pelle ai raggi UV.