Disturbi alla vista per continua esposizione alla luce blu dei dispositivi elettronici

BLOG

Disturbi alla vista per continua esposizione alla luce blu dei dispositivi elettronici

19/01/2021

Quando si parla di luce blu ci si riferisce alla radiazione elettromagnetica emessa da tutte le fonti luminose. In questo articolo prendiamo in considerazione la luce di matrice artificiale che viene emessa da tutti gli schermi dei nostri dispositivi, così come dalle lampadine a LED.

I rischi di un’eccessiva esposizione

Una eccessiva esposizione a questo tipo di luce, quindi priva delle giuste protezioni, può danneggiare i nostri occhi, fino a essere la causa principale di un’infiammazione dolorosa della congiuntiva e della cornea, che causa spesso danni alla retina e, nei casi più acuti, una degenerazione maculare.

La secchezza e l’affaticamento: differenze

Stanchezza e affaticamento degli occhi, mal di testa e/o insonnia sono tra i sintomi più diffusi dopo una giornata trascorsa davanti agli schermi o in un ambiente chiuso eccessivamente illuminato a LED.

La secchezza oculare, quando trascurata, da moderata può diventare grave e modificare la qualità della vita manifestandosi con:

  • dolore;

  • sonno disturbato;

  • riduzione delle energie;

  • difficoltà d’esecuzione di attività come lettura, guida, utilizzo di dispositivi digitali.

L'affaticamento oculare è, invece, più comune e si può manifestare in seguito a un sovraccarico lavorativo degli occhi. La stanchezza, solitamente, è causata dall'elevato sforzo dei muscoli della messa a fuoco.

Prevenzione e rimedi

È importante prendersi sempre delle pause regolari e far riposare lo sguardo fissando un punto in lontananza per evitare secchezza e offuscamento degli occhi. Sbattere le palpebre è necessario, invece, per rinnovare il film lacrimale, che ci consente di vedere nitidamente e ci difende da eventuali corpi estranei, oltre che dalle sostanze irritanti.

Anche il modo in cui fruiamo dei diversi dispositivi può influire sulla salute della vista. È importante sedersi correttamente e alla giusta distanza dallo schermo del computer, oltre aricordare di:

  • Posizionare il monitor alla stessa altezza del proprio sguardo a una distanza che dovrebbe variare dai 50 agli 80 cm, in base anche dalle dimensioni dello schermo;

  • Non usare lo schermo in situazione di totale buio, è meglio tenere una luce accesa e ridurre la luminosità dello schermo, in modo che non sia più forte di quella circostante.

Prodotti utili

Per difendere la vista dagli attacchi della luce blu un ottimo prodotto sono le lenti specifiche, con o senza gradazione, capaci di creare un vero e proprio schermo protettivo per gli occhi. Indossare lenti da vista con filtro per la luce blu dona la giusta protezione, in quanto assicurano una visione più confortevole nelle diverse situazioni di esposizione.

L’applicazione delle lacrime artificiali è una buona abitudine, mentre sono sconsigliati i colliri che contengono antibiotici, cortisonici o cortisonici in associazione a vasocostrittori a meno che non siano prescritti dall’oculista per trattare un’eventuale infezione.

Se vuoi approfondire l’argomento oppure chiedere semplici delucidazioni, non esitare a contattarci. Il nostro team di professionisti sarà lieto di risponderti.

PRODOTTI CORRELATI

Lascia un commento