Cos’è l’OMS

BLOG

Cos’è l’OMS

16/10/2020

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), in inglese World Health Organization (WHO), fu costituita con il trattato adottato a New York nel 1946, entrato in vigore nel 1948. Ha sede a Ginevra ed è composta da 194 Stati membri è uno degli istituti specializzati delle Nazioni Unite.

Scopo dell’OMS è assicurare a tutte le popolazioni il raggiungimento del più alto livello possibile di salute, inteso non solo come assenza di malattia, ma come condizione di completo benessere fisico, mentale e sociale.

A tal fine l’OMS promuove la cooperazione internazionale nel settore della sanità, in particolare nella lotta contro le malattie infettive e nella gestione delle emergenze sanitarie globali.

Per raggiungere i suoi obiettivi l’OMS si avvale dei suoi Organi di Governo: Il Segretariato, l’Assemblea Mondiale ed il Consiglio Esecutivo nonché dei 6 Uffici Regionali, dei propri uffici dislocati negli Stati Membri e dei centri collaboratori che supportano le sue attività.

IL Segretariato è composto dal Direttore Generale, dal personale tecnico, amministrativo.

L’Assemblea Mondiale è il massimo organo decisionale dell’OMS. Ne fanno parte tutti gli stati membri ciascuno con potere di voto. Si riunisce a Ginevra e in questa sede vengono definite le politiche che l’organizzazione intende portare avanti e viene votata la proposta di bilancio. E sempre l’Assemblea a scegliere il Segretario Generale e gli stati membri che potranno nominare un membro del consiglio.

Il Consiglio Esecutivo è composto da 34 membri con specifiche competenze in campo medico, che restano in carica per tre anni.

L’OMS è divisa in 6 Regioni (Europa, Americhe, Mediterraneo Orientale, Pacifico Occidentale e Sud-Est Asiatico) al fine di tener conto delle diverse realtà ed esigenze degli stati membri. Le diverse problematiche sono affrontate in base alle caratteristiche socio-sanitarie della zona di intervento.

Tra gli atti più significativi vi sono le International Health Regulations del 1969, un insieme di regole concernenti la gestione della sanità globale, che gli stati sono invitati a osservare al fine di identificare le malattie infettive e di limitarne la diffusione attraverso apposite misure. Nel 2007 le regole sono state riformate per estendere la loro attuazione a pandemie quali la SARS e nuove forme d’influenza.

In particolare agli Stati è stato chiesto di migliorare le loro capacità di prevenzione e di protezione dalla diffusione di epidemie.

Le nuove regole attribuiscono all’OMS un ruolo più incisivo d’indagine e azione nel controllo della diffusione di epidemie.

Attraverso i propri programmi, l’OMS lavora anche per migliorare in tutto il mondo la nutrizione, le condizioni abitative, l’igiene e le condizioni di lavoro.

L’OMS si trova oggi ad operare in un contesto sempre più complesso e in rapido cambiamento, in cui i confini d’azione della sanità pubblica sono diventati sempre più fluidi.

La cooperazione internazionale in ambito sanitario è fondamentale dato che le minacce non si fermano al confine di uno stato, infatti è proprio quello che stiamo vivendo negli ultimi mesi.

Lascia un commento